Bersani a Renzi : “Fatti non parole”

Tag

,

via Bersani a Renzi : “Le chiacchiere stanno a zero”1 bis

Annunci

Cartolina: Quando eravamo azionisti

The Walking Debt

Guardo la composizione degli asset delle famiglie italiane dal 1950, illustrata di recente dalla Banca d’Italia, e noto con sorpresa che mai più, dopo il 1960, gli italiani ebbero una quota così rilevante di azioni sul totale dei loro attivi. Dopo il 1950, quando, ancora poveri e di cultura contadina, tenevamo più del 60 per cento dei nostri risparmi in banca, il capitalismo ben temperato del dopoguerra trasformò gli italiani in impavidi azionisti che spostavano il denaro dalle banche e lo portavano in borsa. Sono i miracoli della crescita di quegli anni, che non rivedremo più. Poi l’incantesimo si rompe. Già nel 1965 la quota di azioni sul totale crolla e risalgono i depositi. Eppure erano ancora gli anni del boom, mi dico. Ma poi mi torna in mente un vecchio libro che raccoglie le memorie di Guido Carli, dove l’ex governatore della Banca d’Italia, lamentava la nazionalizzazione dell’energia elettrica…

View original post 107 altre parole

Bersani in Sicilia

Tag

,

 

Pierluigi Bersani:

“Grasso per progetto governo”

“Naturalmente nessuno lo tiri per la giacchetta”

In precedenza a Padova l’on.le Bersani ha rilasciato la seguente dichiarazione :

“Non so se arriveremo all’ approvazione della legge sul ‘fine vita’ o sullo Ius soli.
Purtroppo in questa tempesta di fine legislatura ha prevalso il tatticismo politico cominciando dalla legge elettorale e da una finanziaria di continuità”. Così Pierluigi Bersani, intervenuto a un Congresso organizzato dall’Università di Padova. “Inoltre una legge da sola non ci arriva – ha aggiunto – qui c’è un grande fatto culturale, bisogna combattere la rimozione del problema, nella nostra testa prima di tutto”.

E nel pomeriggio sull’account  Facebook  di Bersani è stata pubblicata la sua intervista per sito Frecciarossa di Pietro Spataro di cui qui un passaggio :

Perché secondo te nel Pd c’è questa strana ostinazione a seguire un leader che sta collezionando una sconfitta dietro l’altra, che ha provocato uno smottamento nel partito? Le ultime due uscite, quelle di Pietro Grasso e Antonio Bassolino con tutte le differenze tra loro, non sono poca cosa…

Quando noi ce ne andammo dal Pd o forse si può dire quando ci buttarono fuori, lo facemmo proprio per questo. Non c’è più agibilità in un partito di quel genere, non c’è possibilità di muovere le cose a causa del meccanismo perverso che si è creato. Sia per le primarie, che alla fine contengono anche elementi di rigidità, sia per il renzismo che è stato un modo di gestire il partito con un piglio di comando totale. Per questo credo che anche solo immaginare un cambiamento dopo il voto siciliano sia poco realistico. Ormai è un destino, andare avanti così diventa un obbligo. E questo è il punto drammatico della vicenda del Pd.

L’EXPO’ 2015 SARA’ L’APPUNTAMENTO FONDAMENTALE PER APPROFONDIRE CON MAGGIORE FORZA ED INCISIVITA’ GLI IMPEGNI POLITICI DEGLI STATI DELL’UNIONE IN MATERIA DI ENERGIA PULITA.

BIANCACLEMENTE

logo_it expo

Importante per la sopravvivenza eco-sostenibile del pianeta vincolare le decisioni politiche degli Stati, non solo a livello di efficienza energetica, pulita ed alternativa, ma anche disegnando uno sviluppo economico armonico, in sintonia con i fondamentali diritti civili e sociali, che non necessita di inseguire le disastrose sirene della decrescita.

europa

Perchè l’Europa ha deluso un po’ tutti : i piani in materia di clima ed energia UE2030 mancano di ambizione e ignorano i governi locali

Il Comitato delle regioni ha espresso delusione rispetto ai piani ambientali per il 2030 pubblicati il 3 febbraio scorso dalla Commissione europea. Il CdR auspicava infatti che le proposte impegnassero gli Stati membri dell’UE a ridurre i gas a effetto serra del 50 %, ad aumentare il mix di energie rinnovabili e a incrementare l’efficienza energetica entro il 2030. Il ben magro bottino della riduzione di gas serra del 20%, ha scontentato tutti ed è andato…

View original post 668 altre parole